Mi dicono “ma ne vale la pena?”. Ecco, non è una domanda facile a cui rispondere. Ma la risposta breve è: SI. Mancano poco meno di 30 giorni alla fine del crowdfunding.Se penso alle prime mail di giugno dell’anno scorso, i primi contatti coi primi autori, non posso credere di essere già qui. Sembra iniziato tutto ieri. E’ stato un viaggio fantastico.Sono cresciuta tanto. Ho ricevuto e donato mille sorrisi. Ho versato anche qualche lacrima e non me ne vergogno. Perché nonostante tutto ogni viaggio è fatto per un motivo, e la mia destinazione è lì, davanti a me: un libro. Anzi, sbaglio a dire la “mia”Leggi altro →

Oggi vorrei scrivere di cose serie, visto che ho un po’ di tempo… ma le mani sembrano rifiutarsi. Sabato ci sarà Games District a Verona, la nuova area di Model Expo dedicata ai giochi (da tavolo e online) e al cosplay (perché è un gioco anche quello…). Avrò un piccolo spazio dove esporre le prime 30 fotografie del progetto Life in a Sketch. E la mia testa è come un pallone. Sono felice, dannatamente felice di questo. Ma il lavoro quotidiano tenta di richiamarmi alla realtà. E mentre cerco di concentrarmi, arriva la mail di Mabel Morri che ha accettato di scrivere l’introduzione al libroLeggi altro →

Signori, si chiude. Di solito è una frase negativa, che implica la chiusura di qualcosa, spesso per sempre. Invece oggi no.Oggi vi informo, ufficialmente, che martedì 3 febbraio sono finiti i set fotografici ed è iniziata la fase di postproduzione del primo volume di Life in a Sketch. E’ con orgoglio che inizio a mettere mano alle fotografie, selezionate nel corso dei mesi, per arrivare alle 6 di ogni fumettista che andranno a far parte del progetto. Nei mesi scorsi sono stata sufficientemente “accorta” a non pubblicare tutte le immagini più belle. E così sarà, sappiatelo, da qui alla presentazione ufficiale del libro, il 13Leggi altro →